Categoria Blog

Sono un Counselor e NON mi fermo qui

Stop ai counselor: la loro attività è illegale e si colloca in palese sovrapposizione con quella dello psicologo.

È il messaggio che il Ministero della Salute ha inviato nella giornata di sabato 19 gennaio 2019 all’UNI – organo impegnato a delineare una normativa per il riconoscimento di questa “presunta” figura professionale – all’Ordine nazionale degli psicologi e quello del Lazio.
Nell’articolo del giornale che riporto il presidente dell’Ordine degli Psicologi appare contento di aver ottenuto questo grande risultato, dando già per approvata la normativa.
Poiché da due giorni circolano anche sui social notizie vere mischiate a considerazioni false sulla nota inviata dal Ministero della salute all’UNI, ho deciso di scrivere una precisazione tecnica.
Spero che il Presidente Ordine Psicologi Lazio Nicola Piccinini non ne abbia a male.
Continua la lettura

Confini e Trauma

Cosa sono i confini e come il trauma agisce su di essi?

I confini sono i limiti che definiscono dove inizia e finisce il tuo spazio personale fisico, emotivo e mentale. Più questi limiti sono chiari ma flessibili e più il tuo spazio interiore sarà al sicuro e allo stesso tempo ampio.
Lo scopo di questi confini è di proteggerti, definire chi sei e aiutarti a mantenere il tuo senso del sè.  Avere dei confini sani e chiari significa essere in grado di dire SI a ciò che vogliamo e dire NO a ciò che non ci piace.
Continua la lettura

Intimità

Che cos’è l’intimità?

La parola intimità deriva dal latino “intimus” che significa interno, segreto e descrive i sentimenti e le emozioni personali più profonde.
Intimo è ciò che per sua natura è nascosto e appartiene profondamente a qualcosa o qualcuno.
Quando noi creiamo rapporti in cui ci riveliamo l’intimo l’un l’altro, viviamo l’intimità.
Continua la lettura

La consapevolezza nella relazione

Camminando lungo il sentiero della relazione, abbiamo fatto esperienza di come la relazione ci mette a nudo e renda possibile l’incontro con la nostra vulnerabilità.
In particolare, durante un esercizio (incontro sulla relazione del 21.06.2017, La Via della Luna) abbiamo sperimentato quanto possa essere difficile rimanere presenti di fronte all’altro che si avvicina e procede verso noi.
Cosa ci permette di rimanere presenti alla nostra esperienza così com’è, senza indietreggiare o allontanarci?
Continua la lettura

La relazione come sentiero

Cosa immagini se pensi ad un “sentiero“?
Io la Natura e una strada su cui posso camminare, andare avanti, indietro, oppure sostare.
Il titolo di questo articolo parla di una metafora, perchè anche in una relazione noi possiamo andare avanti, indietro o sostare, proprio come su un sentiero.
Le direzioni che ho individuato, ad oggi, sono due:  il sonno e la veglia.
Sta ad ognuno di noi scegliere per la propria. Continua la lettura

Incontro di gruppo: la relazione

La relazione come sentiero. Conoscere me stesso tramite l’altro.

Nel passato, chi voleva approfondire i grandi misteri della vita si chiudeva nella solitudine di un monastero o di un eremo. Ma per molti di noi, oggi, sono le relazioni e il rapporto con l’altro il nuovo deserto, che ci mette a faccia a faccia con i nostri dèi e i nostri demoni.

Continua la lettura